Musèe du Cacao et du Chocolat : un tuffo nel cioccolato belga

Musèe du cacao et du chocolat

Una delle cose che mi è rimasta più a cuore del Belgio,
e principalmente della città di Bruxelles,
è stato il momento in cui,
in una mattinata insolitamente tranquilla,
quasi vicine alla partenza, io e la mia migliore amica

(la ritroverete in moltissimi articoli, è la mia fedele compagna di viaggio ideale
e si chiama Gabriella)

..dicevamo? ah!
io e Gabriella, quindi,
ci imbattiamo in una stradina che porta alla piazza principale di Bruxelles, Grand Place,
in uno dei sogni più segreti e indiscreti di tutti i golosi..

Un orgasmo culinario per far ballare la pizzica alle papille gustative

Il Museo Nazionale del Cioccolato
in Rue de la Tête d’Or 9-11

Musèe

Musèe du cacao et du chocolat

(apertura tutti i giorni dalle ore 10:00 alle ore 17:00
eccetto 25/12 – 01/01 e dal 08/01 al 12/01)

Tariffe biglietti:
Adulti: 6 €
Studenti, senior: 5 €
Bambini da 6 anni in su: 3,50 €
Bambini, fino a 5 anni accompagnati dai genitori: gratuito

visitare il sito http://choco-story-brussels.be

Il musèe du cacao et du chocolat

Fondato da due famiglie belga
unite dalla forte passione legata al cioccolato
e alla sua storia risalente la sua scoperta

Museo nato nel 1988 con tradizione portata avanti
dalla primogenita di una delle due famiglie fondatrici a partire dal 2007

Il percorso “goloso”  del musèe du cacao et du Chocolat inizia, accompagnato da una guida,
alla scoperta delle origini del cioccolato,
da quando la bevanda speziata dal nome di “Xocoatl”
era consumata dai Maya, passando per gli Aztechi fino a quando nel 1912
Bruxelles si impose al mondo intero come Capitale delle Praline

Una storia che va dai secoli antichi ai giorni d’oggi
con possibile audioguida in italiano o comunque in diverse lingue
che permette a chiunque di comprenderne il racconto della storia
anche se il cioccolato, a mio modesto parere, parla una lingua comune

Durante il percorso, viene mostrato come il cacao
viene trasformato poi in cioccolato
da un maitre chocolatier esperto nel settore
disponibile a qualsiasi tipo di domanda in merito al cioccolato,
che mostra segreti della tradizionale produzione artigianale del cioccolato.

E infine, per la felicità di grandi e piccini
vi è una degustazione del cioccolato appena fatto!
Con la possibilità, grazie alla boutique interna,
di poterne acquistare un po’ da portare via.

Una degustazione infinita,
puoi assaggiare tutti i cioccolatini che vuoi
e di qualsiasi particolarità
senza che nessuno ti possa dire basta!

musee

Forse solo la tua coscienza!

Quel piccolo grillo parlante che è al fianco di ognuno di noi che ci ricorda costantemente

che dovremmo essere in forma per la prova costume ma poi se ne frega

E’ stata una bellissima esperienza nel Musèe du Cacao et du Chocolat
ma alla fine di questa io e Gabriella ci saremmo presto rese conto
che avremmo fatto a meno del cioccolato
per un po’ di tempo

..o almeno fin quando poi non avremmo scoperto
di lì a poco l’apertura del negozio Lindt
a soli due km da casa nostra!

e come per magia rieccoci cadute nel peccato!

Previous Post Next Post

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply Valeria 18 Dicembre 2018 at 15:07

    Sono da poco ritornata da un viaggio e Bruxelles e, a differenza tua, la cioccolata belga l’ho conosciuta solo tramite le mie papille gustative anziché accompagnare questa ricca scoperta con un tour al museo del cioccolato. A dire la verità, mi sarebbe piaciuto saperne di più sulla sua lavorazione e gustarmi con i miei occhi questo splendido museo, ma purtroppo ho avuto un solo giorno di tempo per visitare Bruxelles ç__ç Sarà per una prossima volta, per ora mi accontento delle tue splendide foto e del tuo racconto <3

  • Leave a Reply


    ARRICCHISCI IL TUO VIAGGIO
    IL NOSTRO NUOVO PARTNERS DI VIAGGI

    Civitatis è la società leader nella distribuzione online di attività, escursioni e visite guidate in spagnolo nelle principali destinazioni turistiche del mondo.

    +680 Destinazioni +14.600 Attività +2.070.000 Clienti annuali