Mercatini

Mercatini di Natale di Bolzano… un sogno austriaco Made in Italy

Mercatini di Natale di Bolzano… un sogno austriaco Made in Italy

Chi una volta nella vita non ha mai desiderato di visitare i Mercatini di Natale di Bolzano? O comunque chi di noi ama i Mercatini, di qualsiasi genere siano!?
Quella voglia che ti assale ogni qualvolta che Novembre si affaccia alle nostre porte e che ti fa capire che ormai il Natale è lì che arriva, prima di quanto tu possa immaginare..

Ed è così che io, assieme ad Aurelio e altri due amici, ho realizzato il mio sogno! E raccontarvelo, in un certo qual modo, mi rende fiera di realizzarne anche un po il vostro..
I Mercatini di Natale per Antonella stavano per diventare realtà!

Non avevo aspettative estremamente alte ma comunque immaginavo che il tutto avesse potuto lasciarmi il cuore pieno di gioia, e così è stato!

Partenza di sabato pomeriggio verso le 15,
da Milano la strada non è lunghissima ma comunque vanno via poco più di tre ore, in auto e con una persona che guida davvero come se lo stesse facendo per l’ultima volta.

Grazie ad uno Smartbox , qui il Link del sito ufficiale, regalatoci dai nostri due compagni di viaggio, Angelo e Manuele, abbiamo trovato un ottimo agriturismo nel quale dormire
Agritur Pisani, clicca qui per il Link
un agriturismo dall’aria talmente accogliente che ti sembrava di esser a casa,
ma di questo parlerò più tardi.

Senza neanche fare una sosta e, tra taralli e canzoni da cantare a squarciagola, queste tre ore son volate e finalmente arriviamo all’uscita dell’autostrada e intraprendiamo quella che sarà la strada con le curve più “curve” della vita!

Un percorso di quasi 30 minuti alla ricerca di questo paesino in provincia di Trento, di nome Brez, che si trova sul confine linguistico tra Trento e Bolzano, vicino Bolzano di 44 Km.

Tra curve, foschia, sintomi di nausea e sbalzi di pressione improvvisi arriviamo all’agriturismo sani e salvi e ringraziamo per questo.
Brez è un paesino tipico trentino, un paesino di scarse 700 persone,
che se parli lo sente tutto il vicinato senza volerlo.

Entriamo finalmente nella struttura e ne restiamo totalmente affascinati, già dall’esterno.

Mercatini
Io amo l’arredamento tipico di montagna;
travi a vista, mobili antichi e tutto rigorosamente in legno e color pastello.
Stanza quadrifamiliare davvero molto accogliente, con tv e frigobar;
bagno e antibagno puliti e forniti di asciugamani e molte saponette.

Ceniamo in camera e decidiamo di uscire, giusto il tempo di prendere un caffè fuori.
Passiamo da questo bar dal nome impronunciabile che si trova a pochi km da Brez, precisamente in un paesino chiamato Fondo, e ci rendiamo conto di esser gli unici in giro alle 21:30,
tutto normalissimo in questi paesini, c’eravamo noi e la solita ubriacona che gentilmente ti saluta e ti sorride con un bicchiere di whiskey in mano, vuoto, e con una sigaretta che fuma il vento pronta a spegnersi.

Di lì a poco decidiamo di rientrare in agriturismo e metterci a letto perchè al mattino seguente la sveglia avrebbe suonato molto presto: direzione Bolzano.

Attraversiamo, anche stavolta tra curve e tornanti, tantissimi paesini caratteristici, pieni di neve, soprattutto a 1200m di altezza,
per poi scendere e arrivare a Bolzano,
dove la neve ancora non ci è arrivata, non so se sia stato un bene o un male. Parcheggiamo (prezzo parcheggio 17 euro per 3 ore).

Ti rendi conto solo allora che Bolzano è decisamente figlia di madre tedesca.
Segnali stradali, segnaletiche dei locali e gente che parla solo ed esclusivamente in tedesco;
forse qualche parola in italiano la pretendi dalla gioventù, e neanche;
anche loro si sentono poco italiani e te lo dimostrano, in tutti i modi.
Gentili e affabili, senza pretese, o con forse una ma giusta :
comportarsi con rispetto, per la natura e per le regole.
(uno degli articoli fondamentali del regime tedesco, severo ma giusto)

Bolzano non è grandissima come si può pensare né tanto meno dispersiva,
accanto al parcheggio, situatosi nei pressi della Stazione,
troviamo già i primi Mercatini che, attraversandoli,
ti portano verso la piazza principale.

Tantissimi turisti, proprio come noi,
non vedevano l’ora di esplorare i Mercatini di Natale tirolesi e devo dire che, all’apparenza, e non solo, sono bellissimi, oltre che estremamente caratteristici.
Con questo sfondo ricco di montagne innevate e campanili gotici di chiese e palazzi, ti sembra di esserti teletrasportato in un altro mondo.

Colori e oggettistica prettamente natalizia ci assale come se non aspettasse altro che noi!
La voglia di comprar tutto aumenta, i soldi purtroppo no.
Ma qualche sfizio lo abbiamo soddisfatto.

Dopo un giro nei Mercatini ci deliziamo attraverso le viuzze del centro storico di Bolzano, senza contare passi, senza vedere l’ora.
Sembra tutto così irreale che poi risulta reale quando lo stomaco comincia a brontolare dalla fame.

Sosta presso il Pub della Paulaner dove calduccio e bontà creano una combo perfetta per noi turisti affamati e stanchi.
Prendiamo il piatto tipico del giorno
Un Poker di quattro Primi pasti locali, davvero ne vale la pena.

Consiglio vivamente emozioni come questa, una volta nella vita.
Perchè per quanto se ne dica, il Natale è uno di quei momenti che unisce tutti, anche chi ha l’istinto del Grinch o chi è ateo nei confronti del Natale,
ad essere felici e curiosi di scartare i regali che Babbo Natale ci ha portato
e di riunire le famiglie con cibo e delizie, lasciando via ricordi di un anno che magari non ha avuto tanto l’aria di essere perfetto e pazzesco come lo avevamo immaginato.

Il ritorno è stato anch’esso bello, una passeggiata attraverso le montagne che ci hanno accompagnato gentilmente verso la strada di casa, senza addio ma con un arrivederci.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply


ARRICCHISCI IL TUO VIAGGIO
IL NOSTRO NUOVO PARTNERS DI VIAGGI

Civitatis è la società leader nella distribuzione online di attività, escursioni e visite guidate in spagnolo nelle principali destinazioni turistiche del mondo.

+680 Destinazioni +14.600 Attività +2.070.000 Clienti annuali