Capodanno Cinese 2020 a Milano : tutto ciò che c’è da sapere

Ciao lettori…

Proprio come ogni anno, mi ritrovo in questo periodo ad aggiornarvi sull’evento più atteso dai cinesi (e non…) a Milano!
Molti di voi sapranno quanto sono affascinata da questo evento, ecco perché oggi vi racconterò tutto ciò che c’è sapere sul Capodanno Cinese 2020!

N.B. Capodanno Cinese, anche detto “Festa di Primavera” o “Capodanno Lunare”.


Questo è l’anno del Topo e come da tradizione Via Paolo Sarpi e dintorni sono già agghindati per la festa! Nessuno sta più nella pelle!

L’evento, senza alcuna certezza ma con molta probabilità, quest’anno cade sabato 25 gennaio ed è la festa più importante per la Cina, paragonabile alle festività natalizie per l’Occidente. Oltre che in Cina però, questa festività viene celebrata anche in molti paesi dell’Estremo Oriente come Singapore, Vietnam, Giappone, Mongolia, Malaysia e innumerevoli comunità cinesi sparse per il mondo; compresa chiaramente anche la comunità presente a Milano.

Questo evento, in Italia, può ricadere nell’arco di tempo che va dal 21 gennaio al 20 febbraio 
(ad esempio, nel 2021 ricadrà il giorno venerdì 12 febbraio, nel 2022 il martedì 1 febbraio e così via…).

Questo, è l’anno del Topo che è il primo segno dello zodiaco cinese. Di seguito ci saranno Bufalo, Tigre, Coniglio, Drago, Serpente, Cavallo, Capra, Scimmia, Gallo, Cane e Maiale.

L’ultimo anno del Topo è stato il 2008 e ora nel 2020 segna l’inizio di un nuovo ciclo di 12 anni.

L’anno del topo è l’anno di riferimento (per gli occidentali) per coloro nati negli anni seguenti: 1936 – 1948 – 1960 – 1972 – 1984 – 1996 – 2008 – 2020.

L’anno del topo sarà, secondo l’oroscopo di Astrocenter, un anno di transizione durante il quale si scenderà a parecchi compromessi. In amore, invece, quest’anno sarà un anno di grandi soddisfazioni. Beh, che aspettare allora?


Piccola curiosità per i miei lettori: da dove ha origine la Festa di Primavera?

Questa ricorrenza, secondo la mitologia cinese, vien fatta risalire ad un’antica leggenda secondo la quale tempi addietro in Cina vivesse un mostro chiamato Nian. Esso, di fatti, sarebbe stato solito uscire dalla sua tana ogni dodici mesi per cibarsi di esseri umani; l’unico modo per sviare alle sue crudeltà era spaventarlo con rumori forti e impressionarlo con oggetti dal colore rosso. Ecco perché ogni anno, esattamente ogni 12 mesi appunto, si è soliti festeggiare questa ricorrenza con fuochi d’artificio, canti e con l’utilizzo forte del colore rosso.

La maschera del Leone che viene indossata da alcuni cinesi durante la danza del Leone praticata durante questi eventi potrebbe essere un’emulazione del mostro Nian.

Previous Post Next Post

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply


ARRICCHISCI IL TUO VIAGGIO
IL NOSTRO NUOVO PARTNERS DI VIAGGI

Civitatis è la società leader nella distribuzione online di attività, escursioni e visite guidate in spagnolo nelle principali destinazioni turistiche del mondo.

+680 Destinazioni +14.600 Attività +2.070.000 Clienti annuali